Estes osserva che limitare l’assunzione di sale è molto importante

Estes osserva che limitare l’assunzione di sale è molto importante

La dottoressa Krawczyk è anche la mamma di un bambino che ha un cane da assistenza per disabilità, una malattia rara chiamata mastocitosi.

Suggerisce che le persone pensano ai cani guida nello stesso modo in cui pensano alle sedie a rotelle. Se non interroghi una persona che entra in un ristorante su una sedia a rotelle, non dovresti interrogare qualcuno che entra in un ristorante con un cane di servizio. “Ricorda che i cani guida sono dispositivi medici, non animali domestici. Se il pubblico li considera dispositivi medici, spesso si chiarisce la confusione “, afferma Krawczyk.

Come scegliere un cane da assistenza e dove trovarlo

Prima di selezionare un cane, dovrai pensare alle tue attività quotidiane e ai luoghi in cui andrai. Ad esempio, se vivi a New York e prendi l’autobus o ti sposti in spazi ristretti, un cane di taglia piccola o media potrebbe funzionare meglio per la tua vita. I cani di grossa taglia sono difficili da mettere sotto un tavolo in un ristorante o da portare su un aereo. D’altra parte, un cane di piccola taglia potrebbe avere problemi a svolgere attività fisiche come aprire le porte.

Un buon cane di servizio è orientato alle persone, amichevole e in grado di adattarsi rapidamente a diversi ambienti, come l’aeroporto, il negozio di alimentari o la chiesa. Sebbene sia positivo per un cane da assistenza essere sicuro di sé, il cane non dovrebbe essere eccessivamente attivo, protettivo o aggressivo.

Benjamin osserva che qualsiasi razza può essere un buon cane da assistenza. Se non sai da dove cominciare, suggerisce di considerare i cani che sono stati allevati per lavorare con gli esseri umani, come cani da pastore, sportivi o da lavoro.

Attualmente, non esistono standard nazionali su come vengono addestrati i cani guida o su chi può venderli, ma organizzazioni come Assistance Dogs International e Medical Mutts sono buoni posti per iniziare la ricerca. È anche importante sapere che i cani guida non devono essere addestrati professionalmente. Se selezioni e addestra il tuo cane, dovresti esplorare allevatori e organizzazioni affidabili come l’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA) e la Humane Society.

Qualunque percorso tu scelga per ottenere un cane da assistenza, dovrai svolgere un ruolo attivo nell’aiutare il cane a conoscere le tue esigenze e la tua situazione specifiche.

“Più sto con il mio cane, più aiuto ricevo”, dice Benjamin.

Iscriviti alla nostra newsletter sulla malattia di Crohn!

Le ultime novità sulla malattia di Crohn

Dovresti provare il digiuno intermittente se hai il Crohn?

Il digiuno intermittente può aiutare le persone a perdere peso e mangiare in modo sano, ma ci sono alcuni motivi per cui le persone con malattia di Crohn potrebbero volerlo evitare.

Di Blake Miller, 13 aprile 2021

Di tendenza: cucinare per il morbo di Crohn

Di Alyssa Etier, 13 aprile 2021

Sono incinta e ho una IBD – Devo prendere il vaccino COVID-19?

Di Natalie (Sparacio) Hayden, 3 marzo 2021

Il miglior consiglio di Crohn per il 2021

Le persone con Crohn offrono i loro migliori consigli per la gestione della malattia infiammatoria intestinale.

Di Blake Miller, 16 febbraio 2021

12 modi per cavalcare un Crohn’s Flare

Una donna condivide i suoi migliori consigli per affrontare i sintomi – fisici ed emotivi – di un flare.

Di Sarah Choueiry Simkin, 20 novembre 2020

11 Armadietto dei medicinali essenziali per le persone con Crohn

Tieni a portata di mano questi farmaci e prodotti da banco per tenere a bada i sintomi.

Di Colleen de Bellefonds, 5 agosto 2020

I migliori frullati per le persone con Crohn

I frullati offrono molte vitamine e minerali in una forma facile da digerire.

Di Jill Waldbieser, 5 agosto 2020

Affrontare una perdita mentre si vive con IBD

Di Natalie (Sparacio) Hayden, 26 giugno 2020

Quello che gli uomini dovrebbero sapere sulla malattia di Crohn

Il Crohn può avere un impatto sulla salute fisica e mentale degli uomini in modi unici.

Di Colleen de Bellefonds, 26 maggio 2020

Cosa sapere sulla telemedicina se hai il Crohn

Scopri come gli appuntamenti del medico virtuale possono aiutarti a gestire la malattia infiammatoria intestinale.

Di Colleen de Bellefonds, 26 maggio 2020 Vedi tutto

È importante monitorare la pressione sanguigna prima della gravidanza.

Se stai pianificando una gravidanza, è importante tenere sotto controllo la pressione sanguigna. I ricercatori del National Institutes of Health (NIH) hanno recentemente dimostrato che una pressione sanguigna leggermente elevata prima della gravidanza può aumentare le possibilità di una donna di avere un aborto spontaneo.

Pressione sanguigna elevata significa che la pressione sanguigna è più alta del normale ma non abbastanza alta da portare a una diagnosi di pressione alta (ipertensione). La buona notizia è che i cambiamenti nello stile di vita, come seguire una dieta sana, fare esercizio fisico e controllare il peso, possono avere effetti positivi sulla pressione sanguigna e sulla salute riproduttiva.

Lo studio NIH, pubblicato nell’aprile 2018 su Hypertension, è stato condotto da Carrie J. Nobles, PhD, borsista postdottorato presso l’Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development a Bethesda, nel Maryland. In totale, nello studio sono state incluse 1.228 donne statunitensi che stavano cercando di rimanere incinte e che avevano avuto almeno un aborto spontaneo precedente.

Circa 797 donne sono rimaste incinte e 188, ovvero il 24%, hanno avuto un aborto spontaneo. Il rischio di aborto spontaneo è aumentato del 18% per ogni 10 millimetri di mercurio (mmHg) di aumento della pressione diastolica (il numero più basso di una lettura della pressione sanguigna).

“È importante sottolineare che i nostri risultati sono osservativi e quindi non possono essere utilizzati per dimostrare causa ed effetto”, ha affermato il dott. Nobles. “Quello che suggeriscono, tuttavia, è che le donne che hanno una pressione arteriosa preconcetto elevata sono a più alto rischio di interruzione della gravidanza e sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se gli interventi sullo stile di vita associati al mantenimento di una pressione sanguigna sana possono ridurre il rischio di interruzione della gravidanza. . “

Dettagli sullo studio e sui partecipanti

Per essere eleggibili per lo studio, le donne dovevano avere un’età compresa tra i 18 ei 40 anni, che cercavano attivamente di rimanere incinta, con una storia di una o due precedenti perdite di gravidanza e fino a due nati vivi precedenti. Le donne dovevano anche avere cicli mestruali regolari da 21 a 42 giorni, nessuna storia di infertilità, nessun problema medico importante ed essere in grado di prendere l’aspirina.

Le donne nello studio sono state randomizzate a ricevere una dose giornaliera di 81 milligrammi (mg) di aspirina e acido folico, o un placebo (nessun farmaco attivo) più acido folico. Hanno continuato a prendere l’aspirina o il placebo per un massimo di sei cicli mestruali mentre cercavano di rimanere incinta, o per tutta la gravidanza se erano in grado di concepire.

La pressione sanguigna prima della gravidanza è stata misurata al momento dell’arruolamento. Le misurazioni della pressione sanguigna sono state effettuate anche durante le visite prenatali di routine a 4, 8, 12, 16, 20, 28 e 36 settimane di gestazione. Tuttavia, solo la misurazione della pressione sanguigna effettuata alla 4a settimana di gestazione è stata inclusa nelle analisi poiché la maggior parte degli aborti si verifica all’inizio della gravidanza.

Le donne nello studio erano per lo più bianche (95%), istruite all’università (86%) e sposate (92%). L’età media era di 28,7 anni e la maggior parte delle donne era in sovrappeso.

Sebbene la pressione sanguigna elevata prima della gravidanza fosse collegata ad un aumento del rischio di aborto spontaneo, la pressione sanguigna elevata non era collegata alla probabilità di una donna di rimanere incinta in un singolo ciclo mestruale (fecondabilità) o di nati vivi – gli altri due risultati dello studio di interesse. Inoltre, questo studio includeva donne che avevano già avuto almeno un precedente aborto spontaneo. Pertanto, non è noto se la relazione tra elevata pressione sanguigna in gravidanza e aumento del rischio di aborto sia valida per le donne senza una precedente storia di aborto spontaneo.

Che cosa significa per le donne che cercano di rimanere incinte o già incinte

Durante la gravidanza è necessario un monitoraggio regolare della pressione sanguigna. È anche importante dopo la gravidanza assicurarsi che una diagnosi di ipertensione non venga rilevata e non trattata.

“Credo che tutte le donne con pressione sanguigna elevata durante la gravidanza dovrebbero vedere un cardiologo”, dice Suzanne Steinbaum, DO, direttrice della prevenzione cardiovascolare femminile, salute e benessere presso il Mount Sinai Hospital di New York City e portavoce dell’American Heart Association’s Go Red Per donne. “La gravidanza è uno stress test metabolico che ci dà un avvertimento sul rischio di malattie cardiache. “

La dott.ssa Steinbaum osserva che è importante che le donne collaborino con i medici per raggiungere gli obiettivi dello stile di vita. Ad esempio, è fondamentale incorporare una dieta sana per il cuore a basso contenuto di sale e ricca di alimenti ricchi di nutrienti come frutta, verdura e acidi grassi omega-3. Anche guardare l’aumento di peso durante la gravidanza è importante e dovrebbe essere discusso con il tuo ostetrico. Inoltre, camminare e fare esercizio fisico delicato sono ottimi modi per rimanere fisicamente attivi durante la gravidanza.

“Le malattie cardiache non si manifestano in età avanzata, come dimostrato da questo studio”, afferma Steinbaum. “È qualcosa di cui dobbiamo essere consapevoli per tutta la vita di una donna e lo screening e il trattamento devono essere implementati il ​​prima possibile. “

Iscriviti alla nostra Newsletter sulla salute del cuore!

L’ultima novità in fatto di ipertensione

Le complicanze della gravidanza dovute all’ipertensione sono quasi raddoppiate negli Stati Uniti.

Anche le giovani mamme stanno vivendo complicazioni e il razzismo sistemico sembra essere una forza trainante.

Di Kaitlin Sullivan, 19 novembre 2020

Dieta ad alto contenuto di flavanoli legata alla pressione sanguigna più bassa

Secondo una nuova ricerca, mangiare cibi ricchi di flavanoli, come tè e cacao, può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, anche tra le persone con ipertensione. nbsp. . .

Di Lisa Rapaport, 5 novembre 2020

La ricerca mostra che le diete a base vegetale abbassano la pressione sanguigna

Una revisione di 7 diverse diete a base vegetale mostra che un po ‘di carne con una dieta prevalentemente a base vegetale è il modo più sano per mangiare.

Di Jordan M. Davidson, 10 agosto 2020

Il ruolo della discriminazione nell’ipertensione nei neri americani

Una nuova ricerca fa luce su come affrontare una vita di discriminazione possa aumentare il rischio di ipertensione.

Di Jordan M. Davidson, 2 luglio 2020

Lo studio mostra imprecisioni in molti monitor della pressione sanguigna domestici

I ricercatori affermano che parte del problema sono le discrepanze tra l’approvazione del dispositivo medico e la convalida del dispositivo medico.

Di Kaitlin Sullivan, 17 aprile 2020

L’ipertensione è comune nelle giovani atlete, i risultati di uno studio

Nonostante l’ipotesi del massimo della salute, molte giovani atlete potrebbero avere un problema di salute non diagnosticato.

Di Kristi Pahr, 27 marzo 2020

Molti pazienti affetti da cancro che assumono Ibrutinib sviluppano la pressione alta entro sei mesi

La ricerca suggerisce che il rischio di ipertensione con il farmaco antitumorale potrebbe essere peggiore di quanto si pensasse in precedenza.

Di Lisa Rapaport, 23 ottobre 2019

Richiamo di farmaci per la pressione sanguigna Losartan si espande sulle preoccupazioni per il cancro

L’azione arriva durante il richiamo in corso di altri farmaci per il cuore, ma i pazienti hanno avvertito di non interrompere l’assunzione delle loro medicine.

Di Don Rauf, 26 settembre 2019

Il numero di donne incinte con pressione sanguigna alta è aumentato di oltre tredici volte dal 1970, risultati di uno studio

L’età materna più anziana è un fattore che contribuisce in modo significativo e il tasso di ipertensione è due volte più alto tra i neri, secondo i ricercatori.

Di Don Rauf, 17 settembre 2019

Ci vuole un villaggio: la ricerca mostra che l’ipertensione è gestita meglio con il supporto locale

Le persone con ipertensione scarsamente controllata possono avere molte meno probabilità di sviluppare gravi problemi cardiaci quando ricevono medicine gratuite insieme a incoraggiamento. . .

Di Lisa Rapaport, 9 settembre 2019 “

Una dieta sana può migliorare il modo in cui gestisci la fibrillazione atriale o afib. Scopri come mangiare bene può ridurre i sintomi e ridurre il rischio di sviluppare altre malattie cardiache.

Guarda la quantità di sale che consumi e non aver paura di mangiare prodotti surgelati. (2)

La fibrillazione atriale, o afib, è un ritmo elettrico anormale delle camere superiori del cuore che fa battere il cuore molto più velocemente del normale. Questo crea un battito cardiaco irregolare (aritmia). Se non gestito correttamente, l’afib può causare un ictus e altri problemi cardiaci. La buona notizia è che i fattori dello stile di vita possono svolgere un ruolo importante nell’aiutarti a gestire la condizione.

“Uno dei modi migliori per trattare l’afib è con i cambiamenti dello stile di vita come perdere peso e mangiare sano”, afferma N. A. Mark Estes, MD, cardiologo presso l’Università di Pittsburgh Medical Center. “Non puoi modificare alcuni fattori di rischio come l’età e la genetica, ma puoi cambiare il modo in cui mangi. “

Ecco alcuni suggerimenti per mangiare bene per gestire l’afib.

Segui una dieta sana in generale

“Non esiste davvero una dieta speciale per i pazienti affetti da afib”, afferma Kelly Kennedy, RD, dietista residente presso Everyday Health. “Invece, gli operatori sanitari spesso raccomandano alle persone di seguire una dieta sana in generale. “Una dieta sana in generale comprende cibi come frutta, verdura, proteine ​​magre, cereali integrali, fagioli e semi. Anche le noci sono una buona scelta. Uno studio pubblicato nell’aprile 2018 sulla rivista Heart ha mostrato che le persone con livelli più elevati di consumo di noci hanno un minor rischio di afib.

Kennedy afferma che il piano alimentare Approcci dietetici per fermare l’ipertensione, noto anche come dieta DASH, è un esempio di un programma alimentare salutare generale che è anche salutare per il cuore. Sebbene la dieta DASH sia stata originariamente creata per aiutare le persone ad abbassare la pressione sanguigna alta, è un piano alimentare basato sull’evidenza che può avvantaggiare le persone con afib. Uno studio pubblicato a settembre 2018 su Medicine ha rilevato che una maggiore aderenza alla dieta DASH era associata a un minor rischio di prostatricum recensioni vere ictus. Questa è una notizia promettente dato il legame tra afib e ictus.

Non bere troppa caffeina, ma alcuni sembrano andare bene

Per molte persone, bere troppe bevande contenenti caffeina può accelerare il loro cuore e aumentare la frequenza dei battiti cardiaci prematuri, il che è problematico se si soffre di afib. La buona notizia è che potresti non dover rinunciare completamente alla caffeina. Uno studio pubblicato nell’aprile 2018 su JACC: Clinical Electrophysiology ha esplorato il legame tra caffeina e aritmie. Analizzando i dati di diversi studi di grandi dimensioni, gli autori hanno scoperto che caffè e tè erano sicuri per i pazienti con aritmie se consumati a livelli appropriati (fino a 300 milligrammi di caffiene al giorno).

“Molti medici continuano a consigliare ai pazienti con atriale o VA [aritmia ventricolare] di evitare tutte le bevande contenenti caffeina, in particolare il caffè, nonostante l’assenza di prove a sostegno di questo approccio”, hanno scritto gli autori.

Guarda la quantità di sale che consumi

Il dottor Estes osserva che limitare l’assunzione di sale è molto importante. Questo perché il sale può aumentare la pressione sanguigna e l’ipertensione aumenta il rischio di afib. Sebbene il sale sia presente in molti cibi che mangiamo, ci sono molti modi per ridurre l’assunzione di sale. Ad esempio, puoi usare condimenti senza sale per aromatizzare il tuo cibo o mangiare meno alimenti trasformati. Dovresti anche evitare quello che l’American Heart Association ha ritenuto il Salato 6. Questi sono gli alimenti che aggiungono più sale alla tua dieta.

Non essere uno snob di cibi surgelati

“In passato, la frutta e la verdura congelate si sono guadagnate una cattiva reputazione perché non sono buone quanto i cibi freschi”, afferma Kennedy. “Quello che le persone non capiscono è che la frutta e la verdura congelate spesso hanno un valore nutritivo più elevato rispetto alle loro controparti fresche. “

Questo perché frutta e verdura congelate vengono spesso raccolte più vicino al momento in cui sono mature e poi congelate rapidamente poco dopo.